sabato 6 luglio 2013

Epifani, Serpico e l'onestà


Un piccolo extra che vorrei aggiungere al mio post di ieri: la reazione della politica non è stata da meno di quella della stampa. Se la stampa ha ignorato completamente il Restitution day, la politica a maggior ragione lo dovuto fare. Dove la disonestà regna, un gesto onesto è una rivoluzione. Non solo una rivoluzione in realtà: un pericolo. Una mina vagante. Se sei onesto in un ambiente disonesto, gli altri ti trattano come una mina vagante, un nemico da eliminare: non sei ricattabile. Un valido esempio è la vicenda di Serpico, se avete visto il bellissimo film interpretato da Al Pacino, sapete di cosa parlo. Era un poliziotto che non accettava le mazzette, dove tutti gli altri le accettavano di regola. Fu quasi ucciso per questo. In Parlamento, la regola è rubare, delinquere e chi più ne ha più ne metta. Chi non ruba, non delinque ed è onesto fa paura al Sistema. E il Sistema ora ha una paura fottuta.
UA-57431578-1