lunedì 15 luglio 2013

Sinistri personaggi: Vincenzo De Luca


Negli ultimi giorni ho avuto la sfortuna di incrociare dei video-interventi su Youtube del Sig. De Luca. Il Sig. Vincenzo De Luca è un politico italiano originario della Basilicata, che inizia la sua carriera politica con la carica di vicesindaco e assessore ai lavori pubblici a Salerno, 23 anni fa. La giunta comunale, sciolta nel 1993 a seguito di numerose dimissioni della maggioranza legate ai fatti di Tangentopoli, lo vede poi come sindaco nel 1993. Ex-comunista, ex-DS, attualmente Pd, il nostro eroe è tutt’ora sindaco di Salerno, dopo "appena" 20 anni dalla sua prima elezione. Con mio enorme stupore (datevi un’occhiata ai suoi video su Youtube per comprendere il mio stupore), scopro che è uno dei sindaci più votati d’Italia.  Insomma, la situazione in Campania è drammatica sotto molti punti di vista, e Salerno non è da meno, ma i voti vanno sempre alle stesse persone. Curioso vero? Beh, evitiamo di scrivere cose maligne per oggi, fermiamoci qui.

Nonostante la carica di Sindaco, ora attiva per il suo quinto mandato consecutivo, dovrebbe portargli via molto tempo, essendo Salerno e la Campania in generale in una situazione difficile, il buon Vincenzo trova pure il tempo di fare il parlamentare. Infatti, dal 2001 al 2008 De Luca è stato deputato alla Camera. Non solo: è stato il decimo deputato più assenteista in assoluto. Perché? Ah beh, certo, doveva fare il sindaco a Salerno. Appunto. E allora cosa ti candidi a fare in Parlamento? Per prendere il tuo bello stipendio da parlamentare italico? Ma non è finita qui! Visto che la sua presenza in parlamento è stata così trionfale, il Nipote Letta, che per queste cose ha un fiuto che neanche un cane da tartufo, ha pensato bene di nominarlo Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti! Di nuovo doppio incarico, stavolta pure con la carica di Vice Ministro.

È colpa di questa gente se siamo nella situazione in cui siamo. Questa classe politica, arraffona e ladra, ha divorato voracemente il sistema italiano, rendendolo goffo, lento, mal funzionante e pieno zeppo di sprechi. L’ipocrisia di queste persone non conosce limiti.

Vedere i video-interventi di questo personaggio, sinceramente, all’inizio mi ha divertito. Poi ho provato una vergogna immensa. Vergogna di essere concittadino di un elemento simile. Guardateli questi video.
Come questo, in cui parla delle consultazioni Bersani-M5S. La Lombardi ha avuto una pessima uscita con la battuta “non siamo mica a Ballarò” per carità. Ma sentite questo cosa dice. Come lo dice. Parlata che starebbe bene a un personaggio di un film di camorra. “Uè”. Ma come ? “Improbbabbile”. Ditegli che di b ce n’è una sola per favore. Si rivolge alla ex-capogruppo alla camera del M5S con un civile “Ma va’ a mori’ ammazata”. Io non ho parole. Ma che impari a parlare prima di tutto! E poi i problemi sono i toni di Grillo. Grillo è un comico, questo signore fa il ministro.

Poi ho trovato anche questo video, in cui se la prende con i giornalisti del Fatto Quotidiano. “Siano protetti come i panda, ogni volta che scrivono di me, io guadagno voti”. Questo dovrebbe suscitare qualche domanda sulla provenienza di questi voti. O sbaglio?
Il video in cui parla della “Casta” poi è meraviglioso: rigira completamente la frittata, dicendo che i vari grillini, Ingroia, etc. dopo aver criticato la Casta, ora vogliono farne parte. Quindi dovremmo lasciarla lavorare in pace questa Casta, giusto De Luca?
Non parliamo poi della “campagna di procurato allarme” di “tale Padre Zanotelli”, che pare più “un attore che un prete”, per cui voleva denunciare il povero Alex Zanotelli, reo di mettere in guardia i cittadini dei problemi dell’ambiente e dell’inquinamento.
Non dimentichiamoci nemmeno di quando insultavaquel grandissimo sfessato di Travaglio”, che avrebbe voluto incontrarlo al buio. Questo sì che è parlare da persona civile vero?
Oppure questo video, in cui afferma che “non ci sono i soldi per il reddito di cittadinanza” (falso): propone pure la “briochina la mattina con il cappuccino”. E poi chiede: “Ci volete dire dove diavolo li prendete questi soldi?”. Peccato che non possa rispondere nessuno, dato che i commenti e i “mi piace” sono stati disattivati a tutti i video del Sig. De Luca, che a quanto pare allora ha un concetto abbastanza particolare di “democrazia.

D’altra parte, De Luca è quello che in nome della dottrina “Legge e Ordine”, distribuiva manganelli ai vigili urbani. Che idea di democrazia potrà mai avere uno del genere?
UA-57431578-1