sabato 24 agosto 2013

Ma che vergogna!!!


Basta, è una vergogna. Dopo giorni, ancora la stampa e i disinformatori mainstream si ostinano a dire che Grillo e il M5S vogliono tornare al voto con il Porcellum. Questa cosa è veramente una vergogna all'italiana, peggio di tante altre vergogne italiche. Una falsità di quelle peggiori, perché detta in malafede e con secondi fini.

Breve cronistoria del Porcellum:

  • Votata ed entrata in vigore a Dicembre 2005, con i voti della destra e con il consenso silente di Re Giorgio Napolitano. Il MoVimento 5 Stelle ancora non è presente (e neanche esiste).
  • Legislatura numero 15: governo Prodi II. La sinistra, contraria al Porcellum durante la sua approvazione e durante la campagna elettorale, non muove un dito per cambiare la legge elettorale. E i numeri potrebbero già esserci, nonostante la risicata maggioranza. Il MoVimento 5 Stelle (neonato) propone con il V-Day la reintroduzione della preferenza. La proposta di legge firmata da 350.000 italiani approda in Parlamento e rimane in un cassetto.
  • Legislatura numero 16: governo Berlusconi IV. Dopo essersi proposti di cambiare la legge elettorale che loro stessi avevano approvato e che Calderoli stesso aveva definito "porcata", anche la destra non muove un dito per cambiare la legge. Beppe Grillo rinnova l'invito a prendere in considerazione la proposta di legge del V-Day, che naturalmente resta ben chiusa nello stesso cassetto.
  • Ancora legislatura numero 16: governo Monti. La legge elettorale a questo punto dovrebbe essere una priorità, ma Monti preferisce dedicarsi ad altro. Invece di rifare la legge elettorale e poi urne, Monti fa tutt'altro, ignorando ancora le pressioni di Beppe Grillo e del M5S per la proposta del V-Day. Con la caduta di Monti, anche la proposta del V-Day "scade" nel silenzio della stampa e del Parlamento. 350.000 cittadini italiani bellamente ignorati.
  • Legislatura numero 17: governo Letta. Questa volta il M5S è in Parlamento. Alla prima occasione, vota compatto la mozione di Giachetti (Pd) per l'abolizione del Porcellum. Il Pd (tranne Giachetti) vota contro, così come tutte le altre forze parlamentari (escluso Sel).
  • Alla fine, è chiaro che nessuno nel governo Letta e nella maggioranza in generale vuole cambiare la legge elettorale, l'unico modo per cambiarla è mandare via l'attuale maggioranza. E l'unico modo per mandare via l'attuale maggioranza è con le elezioni. E l'unico modo per votare, attualmente, è il Porcellum.
La morale della favola per questi imbecilli di Pdioti, pidiellini, e tutti gli altri assieme, è che il M5S vuole il Porcellum. Credo che alla luce dei fatti (eeeh questi sconosciuti!) la verità sia piuttosto evidente e che non ci sia altro da aggiungere, se non che questi disinformatori di 'sta cippa hanno veramente la faccia come il culo. Mo' basta.
UA-57431578-1