mercoledì 16 ottobre 2013

Le balle dei sostenitori della sperimentazione animale


Qualche giorno fa ho trovato su Facebook questa pagina: “A favore della sperimentazione animale”. Dopo essermi vergognato di appartenere al genere umano, ho fatto un paio di ricerche. Direttamente sul blog associato a questa pagina Facebook: http://difesasperimentazioneanimale.wordpress.com


Il blog, che preferisce omettere i nomi di chi scrive, si permette comunque di assicurare il lettore che gli autori degli articoli hanno tutti una preparazione scientifica universitaria: così, senza fare i nomi, sulla fiducia insomma. Dicono che non vogliono mettere i loro nomi per paura delle ritorsioni degli animalisti violenti. I famosissimi animalisti violenti, vorrei aggiungere io. Quante volte abbiamo visto bande di animalisti armati fare irruzione negli studi scientifici! Ma fatemi il piacere. La verità è che questa gente probabilmente non ha assolutamente niente in mano: la prima cosa che si fa quando si “ha la Scienza dalla propria parte” è proprio rendere pubblica la propria “autorevolezza” in campo scientifico. Nascondersi così genera unicamente dubbi sul peso critico di questi personaggi. Ma andiamo avanti: conosciamo meglio questi anonimi geni della Scienza che si fanno chiamare “Resistenza Razionalista” (sic!). Questa “associazione” si dice contraria ai movimenti antivivisezionisti per tre motivi principali:
  1. Gli animalisti inneggiano slogan fuorvianti contro la sperimentazione animale: balla numero 1. “Gli animali sono diversi dall’uomo”; “Esistono metodi alternativi”… Secondo gli anonimi pionieri della Scienza, queste affermazioni non corrispondono al vero. Interessante… Sarebbe altrettanto interessante trovare un elenco di scienziati che lo affermino ma, casualmente, non c’è. C’è invece sul sito di Stop Vivisection un elenco di scienziati che si dicono a favore della ricerca di metodi alternativi alla sperimentazione animale. Da una parte c’è il nulla, dall’altra ci sono le fonti: chi è che usa slogan fuorvianti allora?
  2. Gli animalisti manipolano le informazioni: balla numero 2. L’unico esempio di questa grande manipolazione che ci viene riportata dagli scienziati anonimi è la citazione di Einstein Nessuno scopo è tanto alto da giustificare metodi così indegni”. Secondo “Resistenza Razionalista”, la citazione non aveva niente a che fare con la sperimentazione animale: peccato però che Einstein fosse un animalista convinto. Faccio un paio di ricerche su internet e trovo che la “manipolazione” è stata scoperta da….. (rullo di tamburi) ….. Giornalettismo. Ora, una fonte un tantino più autorevole proprio non siete riusciti a trovarla? Come se non bastasse, la fonte che troviamo su Resistenza Razionalista è Giornalettismo, e la fonte che troviamo su Giornalettismo è Resistenza Razionalista: quanto può essere attendibile?
  3. Gli animalisti mirano a suscitare un impatto emotivo, tramite l’uso della parola “vivisezione”: balla numero 3. L’uso del termine “vivisezione” è certamente un uso impreciso, lo sappiamo tutti e lo sanno anche gli animalisti. Quello che si tende a sottolineare è che si causano enormi sofferenze agli animali pure adesso che la vivisezione in senso stretto non si usa più, il che rende ancora più grave la sperimentazione animale. La sperimentazione animale moderna è molto peggio della vivisezione in voga nell’Ottocento, perché in passato non esistevano altri metodi. Ma la Scienza va avanti, e ricorrere oggi all’utilizzo di cavie da laboratorio è perfino più riprovevole rispetto ad allora: ergo, la “sperimentazione animale” è solo una parola addolcita e fuorviante di “vivisezione”. Altro che il contrario!

Prima di addentrarci nella lettura di uno di questi “articoli” è interessante soffermarsi sui commenti degli autori anonimi del blog. Quando un utente fa un elenco di tutte le schifezze che ha causato la sperimentazione animale, la risposta di questi educati, civili, autorevoli Resistenti Razionalisti è la seguente:

“Ancoooraaaaa! Ma che due maroni! Ma leggete quello che scriviamo sul blog prima di venire a copiare e incollare le stronzate dei siti animalisti! E’ la volta buona che bestemmio, santo cielo!”

Proprio il genere di risposta che mi aspettavo, grazie: piena di educazione, argomenti e scientificità. Siete fantastici.

Analizziamo ora l’articolo in cui i Razionalisti Anonimi vorrebbero smascherare la malafede di Stop Vivisection: “L’Inganno di STOP VIVISECTION #stopstopvivisection”. Vediamo quali oscuri inganni ci stanno propinando questi temibili terroristi animalisti:

Balla numero 4: leggete qua sotto...



Cosa? Scusate mi sono perso qualcosa? Nella proposta si legge “uso specifico di dati umani”: stiamo parlando di sperimentazioni alternative che non comportino l’utilizzo di animali, come esperimenti al computer, fenomeni in vitro riprodotti in provetta, etc. Con un salto logico da far rabbrividire, i Razionalisti Anonimi affermano che Stop Vivisection proponga la sperimentazione diretta sugli esseri umani! Meno male che erano gli animalisti a fare del terrorismo psicologico. Tutta la sequela di 7 punti che segue non la sto neanche ad analizzare: si basa tutto su una falsità di partenza, su cui gli Anonimi si costruiscono saggiamente un alibi per non parlare dei fatti. I fatti quali sono? Che la sperimentazione umana esiste anche oggi, perché tutti i farmaci che passano la “prova” della sperimentazione animale vengono testati al livello successivo, cioè sull’uomo. Peccato che i nostri paladini della Scienza si dimentichino di dire che il 92%dei farmaci che passano la sperimentazione animale falliscono poi sull’uomo: perché l’uomo è diverso dagli animali, è semplice e logico. Quanti farmaci invece sono stati bloccati perché falliti nel test animale, ma forse benefici sull’uomo? Non lo sapremo mai, proprio grazie alla barbarie della sperimentazione animale. Complimenti, se questa è Scienza…

Balla numero 5: “L'iniziativa non servirà a niente”.
Non è vero. La Commissione Europea è obbligata a discutere una legge di iniziativa popolare con il raggiungimento di un milione di firme. Il fatto che la Commissione possa giungere o meno allo stesso obiettivo che si pone Stop Vivisection non ha alcuna importanza: i cittadini hanno diritto di esprimere la propria volontà.

Balla numero 6: “Le firme online valgono veramente?”
Ma certo che valgono. I Razionalisti Anonimi sostengono che chiunque può andare online e firmare la petizione, anche se si immettono dati fittizi. A sostegno di questo “scandalo”, i nostri paladini della Scienza ci forniscono una prova inconfutabile: inseriscono i dati di persone inesistenti, come Migratto Leballe e Miciucio Lavodka. Le firme, venendo archiviate, suscitano l’ira dei nostri amici anti-animalisti: “Altre due firme per Stop Vivisection”. Peccato però che i nostri eroi si dimentichino di leggere cosa si trova scritto al momento della firma online:

“Le informazioni che ti vengono richieste sul formulario servono affinchè la Commissione Europea accerti che tu sia una persona reale.”

Come mai i Razionalisti Anonimi ci annoiano con le loro balle allora? La Commissione Europea prenderà i loro Migratto Leballe e Miciucio Lavodka e li butterà nel cestino, esattamente il posto giusto per le balle di “Resistenza Razionalista”.

Conclusione: diffidate, diffidate, diffidate.
Diffidate sempre di quelli che “in nome della Scienza” fanno affermazione del tutto personali e infondate. Diffidate di chi si spaccia come un grande scienziato senza neanche dirvi dove si è laureato (e SE si è laureato). Diffidate di chi vuole torturare gli animali per i soli interessi di una ristretta cricca di multinazionali farmaceutiche. Diffidate di chi antepone gli interessi personali e economici al benessere dei cittadini e al progresso della Scienza, quella vera. In poche parole: pensate con la vostra testa prima di farvi infinocchiare da questi bugiardi da quattro soldi.
UA-57431578-1